Statuto Sociale della Associazione MareLuce ONLUS

 

 

Art. 1

È costituito ai sensi degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile e nonché dell'attuale normativa in materia di ONLUS, un Ente, organizzazione non lucrativa di utilità socio assistenziale, dal nome “Associazione MARELUCE ONLUS, Centro per la gestione delle relazioni umane e delle risorse spirituali” con sede in Siracusa in via Pasubio 123, e potrà dotarsi di altre sedi al fine di perseguire le finalità statutarie purché autorizzate dal Consiglio Direttivo e regolate da una normativa interna emanata dal Consiglio Direttivo stesso.

Art. 2

Finalità

L’associazione non ha scopo di lucro e persegue esclusivamente finalità di solidarietà sociale e di assistenza psicologica e spirituale, nasce con la precipua finalità di fornire sostegno a persone e a famiglie che presentano, a diverso titolo, difficoltà, disagi e malattie croniche. In particolare é rivolta a soggetti che versano in condizioni di effettivo disagio connesso a situazioni psicofisiche invalidanti, situazioni di devianza di degrado sociale, di disagio economico e familiare, di emarginazione sociale e componenti di comunità estere, limitatamente alle categorie: minori, ragazze madri, persone indigenti, malati di cancro. Con tipologia sia di assistenza domiciliare, sia nelle sedi dell’associazione o in altri luoghi deputati per l’occasione (compreso lo spazio d’Internet), rivolti alle suddette categorie svantaggiate. L’obiettivo primario dell’associazione è sostenere psicologicamente gli individui collocati nelle suddette categorie e far emergere in loro quella componente umana, intesa come risorsa, cosiddetta spirituale. La Spiritualità è oramai considerata anche in ambiente scientifico un grosso potenziale per l’essere umano e, se opportunamente sfruttata, può dare notevoli vantaggi nel migliorare la qualità di vita. In una visione scientifica e sociale di assistenza olistica all’individuo non può essere tralasciata. Nelle persone svantaggiate per natura e/o per cultura attingere al proprio potenziale spirituale può essere condizione fondamentale per un reinserimento ed un recupero dello svantaggio sociale o per il mantenimento o miglioramento dello stato di salute psicologica.

In particolare l’associazione si propone:

Di promuovere nuovi modelli di assistenza psicologica, sociale e assistenziale che diano spazio alla crescita spirituale, preservino la salute mentale e rafforzino l’empowerment della persona svantaggiata da situazioni psicofisiche invalidanti, situazioni di devianza, di degrado sociale, di grave disagio economico e familiare, di emarginazione sociale e componenti di comunità estere, limitatamente alle categorie: minori, ragazze madri, persone indigenti, malati di cancro. Con trattamenti psicologici, pedagogici e psicoterapeutici ad indirizzo Cognitivo, Comportamentale, e Costruttivista, con percorsi olistici di formazione ed informazione, in ambito di prevenzione e cura, avvalendosi dell’ausilio dell’arte terapia in tutte le sue discipline (musicoterapia, mandalaterapia, ecc.). Si propongono inoltre iniziative ed eventi collaterali di divulgazione ed insegnamento sulla Spiritualità, inserendo tematiche come la pace e i diritti dell’uomo in un confronto multietnico e religioso,rivolto alle suddette categorie svantaggiate e ad operatori che operano o che hanno intenzione di operare nel settore e che vogliono perseguire le stesse finalità dell’associazione. L’associazione si avvarrà anche della collaborazione di professionisti esterni specialisti in varie discipline attinenti alle finalità associative, e potrà essa stessa collaborare con altre associazioni, e in convenzione con enti sia pubblici che privati che richiedano interventi specifici sulle categorie deboli sopraccitate . L’associazione si prefigge inoltre di creare un osservatorio psicosociale e di rendere pubblici dati e statistiche, che possano favorire e agevolare nel campo della solidarietà sociale, il proprio e altrui lavoro. L’associazione è rivolta a quei soggetti svantaggiati, non facendo alcuna discriminazione politica, sessuale, religiosa ed etnica.