PERCORSO DI TANGOTERAPIA



Fra gli scopi della psiconcologia si annoverano le implicazioni psicosociali delle patologie neoplastiche. Dal momento della comunicazione delle diagnosi la persona deve adattarsi ad un nuova dimensione sociale psicologica e fisica, tra cui una nuova immagine di sè, l’ansia e la depressione consequenziale, domande legate al senso della vita, rapporti interpersonali condizionati dalla malattia, nuovo ruolo familiare e tante altre problematiche con ripercussioni nella vita privata e sociale della persona. Si sviluppano così diversi  programmi di supporto che si inseriscono pian piano all’interno dei programmi terapeutici tali da diventare dei veri percorsi di cura.

Tra tutti gli strumenti psicoterapeutici, il gruppo sembra avere un discreto successo.

La terapia di gruppo è una forma di psicoterapia in cui l'intervento clinico viene effettuato in un setting gruppale.

Negli ultimi anni i principali centri per la cura del cancro negli USA hanno inserito: la TangoTerapia .

La Tangoterapia nasce in Argentina nel 2008. Si tratta di un sistema composto che utilizza gli strumenti del tango: la sua musica, la sua poesia, la sua filosofia, i suoi codici, la sua cultura e in particolare il suo approccio al ballo, per promuovere un’esperienza emozionale che avvicina ad una più profonda conoscenza della psiche, consentendo la diagnosi, il trattamento e la ricerca. Soprattutto nel momento in cui si deve superare una malattia che mina così nel profondo il corpo e la psiche. Con il fine di ritrovare l’equilibrio spezzato dalla malattia.

Ne deriva un forte rilassamento, creatività, piacere e auto-espressione che hanno un’influenza sulla riduzione del dolore sui sentimenti di isolamentoche spesso si accompagnano a malattie gravi. Un percorso che mira ad unire la parte spirituale con la parte attiva di ognuno di noi. L’approccio corporeo  significa avere innanzitutto rispetto per se stessi, per gli altri e per l’ambiente in cui viviamo.

Il presente progetto mira a realizzare un percorso di tipo supportivo, di sostegno, di supporto al problem-solving ed allo sviluppo dell'assertività, di riavvio all'autonomia funzionale in pazienti oncologici. Il progetto mira a:

Tempi

Ogni incontro avrà una durata media di due ore, con un incontro settimanale il percorso conterrà 20 incontri.

Risorse umane

n. 1 Tangoterapeuta (psicoterapeuta con formazione sui principi del tango) 

n. 1 Insegnante di Tango

 Destinatari 

Un gruppo di 8-12 partecipanti  di età tra 18 e 60 anni che hanno vissuto una malattia oncologica o che sono ancora in trattamento antineoplastico.I partecipanti saranno selezionati secondo le finalità del progetto stesso e a tal fine saranno individuati strumenti di valutazione ad hoc.