IL MANDALA CONTRO IL CANCRO

UNA COMUNICAZIONE IN CODICE

Ed. Med



IL MANDALA CONTRO IL CANCRO (ediz. mediterranee)

di Daniela Respini - La tecnica della colorazione e della creazione del mandala uno strumento semplice, ma fortemente spirituale, come mezzo di cura di una malattia cronica quale il cancro. Uno strumento che mira non a guarire la malattia, ma la persona ammalata.

Colorare un Mandala fermandosi su ogni esperienza di vita, aiuta a focalizzare la consapevolezza del proprio essere, richiede tempo e pazienza, la stessa che si deve prestare quando una persona chiede il nostro aiuto. La straordinarietà della colorazione del mandala consiste nel fatto che è una comunicazione in codice diretta alla parte sana di ognuno di noi, eludendo la volontà autodistruttiva del cancro: è strumento che mira non a guarire la malattia, ma la persona ammalata.

Questo libro è la testimonianza di un’esperienza fatta dall’Autrice nel Day Hospital di Oncologia Medica dell’Unità Operativa Complessa dell’Ospedale G. Di Maria di Avola (SR), con le persone in trattamento antineoplastico e con quelle persone che venivano assistiti a domicilio con l’Associazione Mareluce Onlus perché alla fine del loro percorso di vita in quanto incurabili. Lì Daniela Respini ha sperimentato una tecnica innovativa, che racchiude in sé aspetti introspettivi e riabilitativi. Si è trattato di un percorso dentro il mandala, che ha come fine ultimo quello di accompagnare la persona malata di cancro al raggiungimento dell’armonia e dunque alla guarigione della propria anima.

DANIELA RESPINI, psicologa clinica, psicoterapeuta cognitiva-comportamentale, si è perfezionata in psico-oncologia e mandalaterapia seguendo numerosi corsi negli Stati Uniti. . Docente di Psicologia presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose “S Metodio” di Siracusa. Collabora con la rivista Phôs (φως).È coordinatrice della sezione Sicilia della Società italiana di psico-oncologia (SIPO). Membro del Comitato Nazionale S.I.P.O. per le Medical Humanities Collabora con la rivista scientifica Supportive and palliative cancer care e da più di vent’anni si prende cura delle persone ammalate di cancro lavorando in tutti i settori della psico-oncologia, dalla prevenzione all’accompagnamento di fine vita. La sua esperienza olistica in questa disciplina la conduce oggi a essere formatrice e docente in vari master e corsi rivolti a psicologi e personale medico-sanitario. Ha pubblicato diversi lavori scientifici inerenti all’argomento. Nel 2004 ha fondato a Siracusa, insieme al collega Giuseppe Lissandrello, l’Associazione Mareluce Onlus, Centro per la gestione delle relazioni umane e delle risorse spirituali, dove tiene corsi e laboratori di creazione e colorazione di mandala.